Translate

mercoledì 9 dicembre 2015

Una mia nuova pagina su Facebook

Da oggi ho aperto una nuova pagina Facebook. Venitemi a trovare lì; credo che aggiornerò ancora più raramente questo blog che peraltro resta aperto per tutti i post precedenti.

domenica 1 novembre 2015

Omaggio allo studioso eroe in Siria e archeologia virtuale: appunti dalla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum


I laboratori di Archeo Virtual

Un premio intitolato alla memoria di Khaled el-Asaad, archeologo siriano trucidato dall'Isis. È questo il simbolo più forte del successo della XVIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico che si chiude in queste ore a Paestum (SA). Il premio è stato consegnato da Ugo Picarelli, direttore, fondatore e anima della Borsa, a Katerina Peristeri, responsabile degli scavi della Tomba di Amphipolis in Grecia. Tradizionale appuntamento per il mondo dell'archeologia e della divulgazione storica, la Borsa ha visto una folta partecipazione di addetti ai lavori. Tra questi, Alberto Angela e Francesco Rutelli, quest'ultimo premiato con il “Paestum archeologia” consegnato anche a Moncef ben Moussa, direttore del Museo dei Bardo di Tunisi e a Christian Greco a nome del Museo Egizio di Torino.

Desiderio business. Gli sconti di Air France e Klm per volare in Nord America anche a Natale

La battaglia a colpi di promozioni tra le compagnie aeree è ormai una costante del mercato; i consumatori viaggiatori non ci fanno più caso. Meglio, cercano giustamente di approfittarne anche se non sempre è facile districarsi. Tra le centinaia di offerte che si susseguono, alcune meritano maggiore attenzione, per il tentativo di andare a “colpire” segmenti di mercato e, perchè no?, desideri nascosti. Uno di questi è il viaggio in business class.

lunedì 19 ottobre 2015

Irlanda e Scozia, Svizzera e Valle d'Aosta: breve gallery


Spiaggia sulla penisola di Fanad, Irlanda
Ecco un'altra breve gallery di luoghi che ho visitato nelle ultime settimane per reportages che compariranno sulle testate con cui collaboro. Dall'Irlanda alla Svizzera, dalla Valle d'Aosta alla Scozia. Come sempre, se volete qualche tip o suggerimento, scrivetemi. Dimenticavo, su Twitter mi trovate così @MarcoBerchi

venerdì 14 agosto 2015

Lunga assenza e piccola gallery di alcuni luoghi visitati nel frattempo


Posti da vedere, lavori da consegnare, un po' di vacanza... Troppo lunga l'assenza dal blog. Per farmi parzialmente perdonare, ecco qualche immagine dei luoghi visitati in queste settimane. Di alcuni ho già parlato nei miei reportage su Repubblica e sul Messaggero, di altri — che ovviamente non posso ancora anticipare — scriverò prossimamente.
L'immagine qui sopra è stata scattata in una memorabile giornata di luglio sul Gornergrat, sopra Zermatt, in Svizzera. Con condizioni meteo quasi irripetibili.

venerdì 22 maggio 2015

In Colorado. E su LatitudesLife trovate il mio liveblog giorno per giorno


Maroon Lake  e Maroon Bells, nei pressi di Aspen

Da lunedì 18 sono in Colorado per un viaggio che mi porterà attraverso tutto lo Stato, con partenza e arrivo a Denver via Aspen. Telluride, Durango, per citare solo alcune tappe. Cercate la pagina Facebook del sito Latitudeslife: a loro ho affidato il liveblog di questo itinerario e potrete seguirmi giorno dopo giorno. Ecco intanto un paio di altre foto delle prime tappe.

giovedì 23 aprile 2015

E a Waterloo uno stupendo e avvincente Memoriale prepara il grande evento del Bicentenario della battaglia


Il Memoriale è l'edficio interrato che si vede a sinistra della rotonda dell'antico Panorama; quest'ultimo fu edificato nel 1912. Il turismo della memoria a Waterloo iniziò sin dallo stesso anno della battaglia, il 1815

La sala di proiezione del filmato cuore del Memoriale
Sempre oggi, altro importante reportage sulle pagine del Messaggero. Ho visitato nella Vallonia Belga — anche qui in anteprima — il sito del nuovo Memoriale della battaglia di Waterloo.
Il 18 giugno si celebrerà il bicentenario con una ricostruzione storica che impegnerà 5mila figuranti e per la quale si attendono oltre 200 mila spettatori in tre giorni. Qui trovate le info per l'acquisto dei biglietti.
Ma il cuore del sito sta diventando il modernissimo Memoriale che, completamente interrato, offre un percorso di visita totalmente immersivo che, dalle ore di preparazione dello scontro conduce sino al clou della battaglia, da rivivere in una sala che unisce la proiezione in 3D, gli effetti quadridimensionali e uno schermo a 160°. È la prima volta in Europa che queste tecniche visive vengono utilizzate insieme e l'effetto è davvero eccezionale. Anche questo è un sito da non perdere, Fateci un pensiero: Waterloo è a due passi da Bruxelles e da Charleroi su cui si vola comodamente in poco più di un'ora da Milano e di due da Roma. Qui e qui un po' di info utili. Altre foto girando pagina.

Francia, Pont d'Arc: come si clona una caverna di 36mila anni fa con le sue splendide pitture rupestri. Reportage su Repubblica di oggi


L'edificio che contiene la copia della caverna
Veduta aerea del complesso del sito della Caverne du Pont d'Arc
Repubblica ha pubblicato oggi con grande evidenza un mio reportage esclusivo dedicato alla Caverne du Pont d'Arc. Si tratta di un sito davvero unico e che aprirà al pubblico il 25 aprile. Siamo nel cuore dell'Ardèche, nella regione del Rhone - Alpes, dove nel 1994 è stata scoperta una enorme caverna costellata di centinaia di graffiti e pitture rupestri risalenti a 36mila anni fa. Chiusa al pubblico per esigenze di conservazione e accessibile solo due volte all'anno agli studiosi, la caverna è stata interamente clonata, cioè riprodotta in scala 1:1 in un edificio costruito a poca distanza. La “restituzione” della caverna è ora il cuore di un sito espositivo e didattico moderno e dotato di tutte le tecnologie multimediali. Le stesse che hanno consentito di riprodurre nella caverna “copia”, odori, umidità, formazioni geologiche e soprattutto gli splendidi dipinti rupestri.
Qui trovate maggiori info. L'Ardèche è una regione molto bella, di grande fascino naturalistico e poco antropizzata; informazioni sono disponibili qui mentre qui trovate le info generali sul Rhone - Alpes e qui quelle per viaggiare in Francia.
Un sito da visitare e che fa vivere un'esperienza davvero indimenticabile. Di seguito una piccola gallery.

Il reportage su Ypres e la Grande Guerra nelle Fiandre

Ypres, il bellissimo edificio del mercato dei tessuti ora ospita il museo “In Flanders Fields”. È stato interamente ricostruito dopo essere stato completamente distrutto durante la Grande Guerra
Il servizio sulla Grande Guerra, esito del viaggio nelle Fiandre, è uscito su Avvenire lo scorso 17 aprile e qui trovate il link a una gallery che, sul sito dello stesso quotidiano, espande il servizio uscito sul giornale cartaceo.

martedì 31 marzo 2015

Dolomiti Superski festeggia il suo compleanno e la fine della stagione invernale



Ultima neve, ultima offerta della stagione sulle piste del Dolomiti Superski. Ed è un’offerta molto speciale perché festeggia il 40° compleanno del grande consorzio sciistico. Chi acquisterà uno skipass da almeno 4 giorni fra il 3 e il 12 aprile (ultimo giorno di acquisto il 9 aprile) riceverà uno sconto pari a 40 euro, tanti quanti sono gli anni del compleanno.

lunedì 30 marzo 2015

Nelle Fiandre della Grande Guerra, dove si rivivono drammi e eroismi delle trincee più sanguinose d'Europa. E se vorrete seguire le mie tracce...


A Tyne Cot, il più grande cimitero di soldati del Commonwealth al mondo
Le Fiandre sono uno dei principali teatri di operazioni della Grande Guerra. Attorno al “saliente di Ypres” si sono svolte sanguinose battaglie che hanno provocato in quattro anni, dal 1914 al 1918, centinaia di migliaia di morti e la completa distruzione di intere città. A differenza che in Italia — dove le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra stentano a decollare — nelle Fiandre belghe da anni ci si prepara all'anniversario. E tra musei, centri visita, percorsi multimediali e visite guidate c'è l'occasione irripetibile per un tuffo nella storia europea. Se è vero infatti che britannici, australiani e canadesi sono i più coinvolti in questi luoghi nei quali decine di migliaia di loro soldati persero la vita in una infernale e logorante guerra di posizione, è altrettanto evidente che non si può capire la storia del Continente se non passando da Ypres, vivendo la cerimonia quotidiana del Last Post, vedendo filmati e fotografie originali, entrando nei rifugi sotterranei ricostruiti. E, come dicevo, la visita ai campi di battaglia, ai cimiteri di guerra, alle installazioni che fanno rivivere la vita nelle trincee è davvero alla portata di tutti (con un minimo di conoscenza del francese e dell'inglese). Il tutto in un contesto accogliente, funzionale e a un'ora di volo dall'Italia.
Mi occuperò di Ypres in un prossimo reportage giornalistico di cui vi darò notizia al più presto.
Ma intanto, appena tornato da un lungo giro nei luoghi cruciali delle Fiandre, vi dico che se avete intenzione di percorrere il mio stesso itinerario o organizzare un tour “In Flanders Fields” potete contare sulla mia consulenza. Scrivetemi.

mercoledì 11 marzo 2015

Un marzo “alla francese”: il 19 Goût de France, Giornata mondiale della cucina d'Oltralpe; dal 17 le tariffe speciali per i treni di SNCF







Primavera, momento promozionale forte per le destinazioni turistiche che guardano all’estate. La Francia non fa eccezione e non è quindi un caso che in questi giorni due distinte e diverse iniziative convergano nel puntare i riflettori su Oltralpe.
La prima si chiama Goût de France / Good France, è di respiro globale e coinvolge i temi della cucina e della gastronomia: la seconda è lo sforzo promozionale di SNCF, la società delle Ferrovie francesi, che annuncia un anticipo dell’avvio dell’early booking sin dal 17 marzo.