Translate

lunedì 25 giugno 2012

Una giornata a Boston: il reportage e qualche immagine

È uscito oggi, sull'inserto Viaggi di Repubblica, un nuovo reportage americano, frutto del mio lungo viaggio primaverile negli Stati Uniti.
Il servizio è interamente dedicato a Boston, "letta" attraverso il diario di una giornata tra musei, locali e panorami urbani. Come sempre, se siete interessati ad approfondimenti e suggerimenti, magari perchè quest'estate farete tappa nella metropoli del Massachusetts, fatevi vivi qui o scrivetemi: marco.berchi@gmail.com. Nella pagina seguente trovate una piccola gallery sulla città.

Turismo, montagna e ambiente: parlano due protagonisti, il direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso e il Segretario generale della Convenzione delle Alpi

Il turismo montano estivo sulle alpi è "figlio" di quello invernale. Nel bene e nel male. Soprattutto nel male. È uno dei concetti chiave dell'intervista che mi ha rilasciato Marco Onida, l'italiano che guida la Convenzione delle Alpi con il ruolo di Segretario generale, e che Avvenire ha pubblicato sabato 23 giugno. La Convenzione, poco nota quanto importante, è un trattato internazionale ratificato dai parlamenti di tutti gli Stati che insistono sull'arco alpino.
Altro protagonista della pagina e delle tematiche del turismo alpino è Michele Ottino, direttore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Anche Ottino ha risposto alle mie domande, inquadrando il tema nel contesto delle celebrazioni per i 90 anni del Parco. Qui trovate la pagina del quotidiano.

lunedì 18 giugno 2012

Ancora Germania e ancora Sassonia: Weimar, Dresda e Meissen. Tra grandi poeti, monumenti barocchi e una sorprendente fabbrica di porcellane


Weimar, metafora della Germania di ieri (e di oggi?) è al centro del servizio che Agorà domenica, l'inserto culturale di Avvenire, ha pubblicato appunto domenica 17. Con Weimar sono protagoniste della pagina Dresda e la piccola Meissen, culla della produzione di porcellana. Dopo aver letto il reportage, qui di seguito trovate una piccola galleria fotografica sulle tre località. Se vi servono indicazioni pratiche, ho qualche buona "dritta" per hotel e ristoranti in questa bella parte della Sassonia.

mercoledì 13 giugno 2012

A Lipsia la grande musica è dovunque. Ma in tre luoghi sopratutto...

Non è una città particolarmente "bella". Non ha il fascino di Dresda. E non è certo l'unica città di lingua tedesca in cui la musica sia protagonista. Ma a Lipsia ci sono tre istituzioni musicali davvero superlative, che danno il tono a tutta la città e che trascinano con sè, in un circuito che non a caso è diventato anche un itinerario pedonale e ciclistico, anche le altre realtà legate alla storia della musica. Il reportage che ho pubblicato su Repubblica accenna rapidamente a queste tre istituzioni. Qui vi propongo qualche ulteriore approfondimento.

martedì 12 giugno 2012

Tornano i Suoni delle Dolomiti: tutte le informazioni utili

I Suoni delle Dolomiti non è solo la manifestazione clou dell'estate trentina, è una delle più affermate e più belle iniziative dell'estate italiana. Imitati in svariate località, alpine e non, I Suoni hanno saputo ritagliarsi uno spazio importante nel panorama turistico italiano. E la qualità è molto alta come ho potuto accertare consultando colleghi e amici che vi hanno partecipato (non ho infatti mai avuto occasione di accostarmi a nessuno dei moltissimi eventi).

mercoledì 6 giugno 2012

Di ritorno da Bolzano, qualche nota dopo una sosta in un albergo storico della città

Ci sono alberghi che più di altri interpretano il genius loci. Così, di ritorno da Bolzano e proseguendo nell'intento di segnalarvi alcune tra le cose interessanti che visito e vedo, merita fare un cenno all'hotel in cui ho sostato nel capoluogo altoatesino.

lunedì 4 giugno 2012

Il Papa a Milano, la logistica i trasporti. E qualche riflessione (sorprendente?) sul vero "segreto" dell'organizzazione

Qualcuno penserà che stia diventando una mania. Per partecipare alla Messa che Benedetto XVI ha celebrato domenica a Milano, nel grande spazio dell'aeroporto di Bresso, mi sono spostato... in treno.
Il fatto è che si trattava della soluzione più efficiente, almeno sulla carta. Bene, sarebbe ridicolo e stupido ridurre un evento così imponente e, al tempo stesso, semplice come la visita del Papa a Milano a una questione di logistica. Però in questo blog può essere interessante fare un cenno anche a questo aspetto, in fondo non così marginale.