Translate

lunedì 30 marzo 2015

Nelle Fiandre della Grande Guerra, dove si rivivono drammi e eroismi delle trincee più sanguinose d'Europa. E se vorrete seguire le mie tracce...


A Tyne Cot, il più grande cimitero di soldati del Commonwealth al mondo
Le Fiandre sono uno dei principali teatri di operazioni della Grande Guerra. Attorno al “saliente di Ypres” si sono svolte sanguinose battaglie che hanno provocato in quattro anni, dal 1914 al 1918, centinaia di migliaia di morti e la completa distruzione di intere città. A differenza che in Italia — dove le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra stentano a decollare — nelle Fiandre belghe da anni ci si prepara all'anniversario. E tra musei, centri visita, percorsi multimediali e visite guidate c'è l'occasione irripetibile per un tuffo nella storia europea. Se è vero infatti che britannici, australiani e canadesi sono i più coinvolti in questi luoghi nei quali decine di migliaia di loro soldati persero la vita in una infernale e logorante guerra di posizione, è altrettanto evidente che non si può capire la storia del Continente se non passando da Ypres, vivendo la cerimonia quotidiana del Last Post, vedendo filmati e fotografie originali, entrando nei rifugi sotterranei ricostruiti. E, come dicevo, la visita ai campi di battaglia, ai cimiteri di guerra, alle installazioni che fanno rivivere la vita nelle trincee è davvero alla portata di tutti (con un minimo di conoscenza del francese e dell'inglese). Il tutto in un contesto accogliente, funzionale e a un'ora di volo dall'Italia.
Mi occuperò di Ypres in un prossimo reportage giornalistico di cui vi darò notizia al più presto.
Ma intanto, appena tornato da un lungo giro nei luoghi cruciali delle Fiandre, vi dico che se avete intenzione di percorrere il mio stesso itinerario o organizzare un tour “In Flanders Fields” potete contare sulla mia consulenza. Scrivetemi.

Nessun commento:

Posta un commento